7 Ottobre 2022

Gruppo d’analisi di ISWNews: Secondo fonti locali, l’attività segreta degli agenti terroristici dell’ISIS-K nelle regioni settentrionali dell’Afghanistan è aumentata.

Dopo la caduta del governo di Ashraf Ghani e la presa del potere da parte dei talebani, le attività dell’ISIS sono aumentate drasticamente. Durante il governo dei talebani, le attività dell’ISIS si sono svolte principalmente nelle province di Kabul, Nangarhar e Lowgar. Tra queste attività, diversi attacchi compiuti contro le moschee sciite. Precisamente in città del nord e del sud come Kunduz e Kandahar, che hanno provocato massacri orrendi.

Esaminando la geografia di queste regioni diventa evidente che l’obiettivo principale dell’ISIS consiste nell’uccidere gli sciiti dell’Afghanistan. L’ISIS in Afghanistan non ha abbastanza uomini e strumenti per combattere i talebani. Inoltre ha a che fare con vicini potenti come l’Iran, la Russia e la Cina. Pertanto non ha intenzione di stabilire il suo califfato o iniziare un’espansione territoriale. Uno dei principali piani dell’ISIS in Afghanistan prevede quindi di creare uno stato di paura e insicurezza attraverso attentati, esplosioni e terrore.

L’elenco delle zone interessate

Secondo i rapporti, forniti a ISWNews da fonti sul campo in diverse città dell’Afghanistan, gli elementi dell’ISIS-K stanno osservando la regione e operando segretamente in alcune parti del nord dell’Afghanistan.

L’elenco di queste zone è il seguente:

1- Osservazione degli elementi dell’ISIS-K di razza turkmena e uzbeka nella città di Aqcha, situata nella provincia di Jowzjan.

2- Città di Khurram e Sarbagh, Hazrati Sultan, Darah Sof nella provincia di Samangan.

3- Città del Kuhestan nella provincia di Sar-e Pol.

4- Città di Pashtun Kot, Bilcheragh, Darzab nella provincia di Faryab, dove gli elementi dell’ISIS-K sono stati avvistati nelle strade tra le due province di Faryab e Jowzjan.

Fonti locali di ISWNews hanno riferito che l’ISIS-K – con il sostegno di America, Israele e Turchia – ha iniziato queste attività e il loro obiettivo è di reclutare soldati di etnia tagika, turkmena, uzbeka, pashtun, ecc. in Afghanistan. Reclutano i loro soldati per lo più tra gli elementi del precedente governo, tra le forze anti-talebane e anti-sciite, perché queste persone stanno soffrendo per l’attuale crisi economica e possono essere reclutate facilmente con promesse di denaro, incentivi religiosi e altri strumenti.

Alla luce di questi sviluppi, dalle città del nord vengono pubblicati video che mostrano milizie con il volto coperto presentarsi come sostenitrici della resistenza sotto la guida di Ahmad Massoud, promettendo ai talebani che commetteranno gravi attacchi e libereranno le città. Ora, confrontando gli obiettivi di questi movimenti, sembra che queste attività siano in linea con un enorme progetto mediatico e che l’uso dell’ISIS-K da parte di elementi anti-talebani possa avere gravi ripercussioni per il popolo afgano.

Uomini armati sconosciuti che annunciano il loro sostegno al Fronte della Resistenza guidato da Ahmad Massoud nella provincia di Jowzjan
L'attività dell'ISIS in Afghanistan è aumentata.
Uomini armati sconosciuti che annunciano il loro sostegno al Fronte della Resistenza guidato da Ahmad Massoud nella provincia di Kapisa

Fonte: https://english.iswnews.com/21610/increase-of-isis-k-activity-in-northern-afghanistan/

[ l’attività dell’ISIS in Afghanistan è aumentata ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.