26 Settembre 2022
Il mondo ha rubato il nostro cuore.

Il mondo non ti rovina con la sua “liquidità”, sono il pensiero e il ricordo del mondo che ti rovinano

Il mondo insieme a tutti i suoi piaceri ti provoca dolore e ciò ti porta a odiarlo! Il mondo ha rubato il nostro cuore perché il suo ricordo attraversa continuamente la nostra mente. Al contrario abbiamo ceduto raramente il nostro cuore all’Aldilà, cioè lo abbiamo rammentato in misura minore, naturalmente questo è il caso delle persone comuni.

Le persone buone, al contrario, sono tali che per loro l’Aldilà è “contante”: «I buoni vedono l’anima del mondo e la malvagità dei mali» (Nahj al-Balaghah, Sermone 193). Essi provano ribrezzo per il mondo nello stesso modo in cui una persona prova disgusto di fronte a una massa maleodorante. La fantasia ha recato un danno terribile all’essere umano, tale che il mondo si attacca a lui, poiché ci ha pensato troppo e ha ripetuto ciò a se stesso.

Il ricordo del mondo e il trascurare l’Aldilà rovinano una persona, quindi la questione riguarda la contrapposizione ricordo/oblio. L’Imam Sadiq (A) disse: «Quando ami qualcosa, non pensarci molto, poiché ciò ti distrugge!» (Usul al-Kafi, vol. 6, p. 459). Il mondo non ti rovina con la sua “liquidità”, sono il pensiero e il ricordo (dhikhr) del mondo che ti rovinano! Quindi, come pensi di auto-edificarti con l’Aldilà se questo non è nei tuoi pensieri, considerato che è un credito?!


Leggi la parte precedente o successiva


Fonte originale in lingua persiana: http://panahian.ir/post/4989


[ Il mondo ha rubato il nostro cuore ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.