26 Settembre 2022
Il punto di vista iraniano sulla guerra in Ucraina.

Il nostro punto di vista sulla guerra in Ucraina
🔹Hossein Shariatmadari [analista politico iraniano]: Dopo l’incontro di Putin con la Guida della Rivoluzione, il portavoce del Dipartimento di Stato americano ha dichiarato: “Gli Stati Uniti considerano importante la tacita approvazione dell’Ayatollah Khamenei in merito alla posizione della Russia nella guerra in Ucraina”.

🔹Ned Price ha ignorato il fatto ormai rivelato che, violando gli accordi presi dopo la fallita invasione della Baia dei Porci e la conseguente crisi dei missili nel 1962, nonché insistendo sull’espansione della NATO verso i confini della Russia, gli Stati Uniti sono stati la causa principale della guerra in Ucraina. Se la Russia avesse trascurato questo comportamento degli Stati Uniti, sarebbe stata testimone di una guerra in Crimea.

🔹Le dichiarazioni della Guida della Rivoluzione, prima di essere un sostegno (verbale) alla Russia, sono un serio monito all’America e ai suoi alleati a “non giocare con la coda del leone” [equivalente di “scherzare col fuoco”]. Queste dichiarazioni indicano che l’Iran è consapevole della verità dietro la guerra in Ucraina e sta monitorando da vicino i movimenti della NATO nella regione. E poiché sa che qualora l’America vincesse in Ucraina l’Iran sarebbe uno dei prossimi e principali obiettivi, considera la resistenza della Russia contro l’America e la NATO in Ucraina come parte della propria sicurezza e logicamente la sostiene.


Segui il Fronte della Resistenza al Mondialismo!
Whatsapp: https://chat.whatsapp.com/Kxgfbt8U0klEmkt6NXr4Rg
Telegram: https://t.me/dallapartedeglioppressi
Facebook: https://www.facebook.com/frontedellaresistenza
Instagram: https://www.instagram.com/frontedellaresistenza.ir/
Sito: frontedellaresistenza.ir


Link @Farsna

[ Il punto di vista iraniano sulla guerra in Ucraina ]

[ Il punto di vista iraniano sulla guerra in Ucraina ]

Un pensiero su “Il nostro punto di vista sulla guerra in Ucraina”
  1. Si certo, la posizione iraniana espressa anche da Parte del Presidente Raissi è ovvio, è la condanna della Nato. Ne consegue tutto il resto, anche le collaborazioni militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.