26 Settembre 2022
Nemico più debole, Resistenza più forte.

In risposta a una lettera di Ziyad al-Nakhalah, segretario generale del Movimento per il Jihad islamico palestinese, l’Imam Khamenei ha dichiarato di considerare la coraggiosa resistenza del Movimento per il Jihad islamico la ragione dell’elevazione della posizione di questo movimento sia per quanto riguarda la sua resistenza che la capacità di annientare l’inganno del regime sionista mentre lo schiacciano. La Guida ha sottolineato che è necessario proteggere la solidarietà di tutti i gruppi palestinesi. Egli ha detto: “Il nemico usurpatore sta diventando più debole, mentre la Resistenza palestinese sta diventando più forte”.

Il testo della lettera della Guida della Rivoluzione islamica è il seguente:

           Nel nome di Dio, il Compassionevole, il Misericordioso

A mio fratello che sta lottando sulla via di Dio, l’egregio Ziyad al-Nakhalah (che i Suoi successi possano continuare) Salam Alaykum,

Ho ricevuto la Sua onorevole e promettente lettera con le sue buone notizie. Che Dio La ricompensi e affretti la vittoria finale dell’ammirevole e oppressa nazione palestinese. Il recente evento si è aggiunto agli onori del Movimento per il Jihad islamico palestinese e ha elevato lo status del Jihad islamico nel magnifico movimento di Resistenza della nazione palestinese. Con la vostra coraggiosa resistenza avete annientato la politica dell’inganno del regime usurpatore. Avete dimostrato che ogni sezione della Resistenza è in grado di schiacciare il nemico. Collegando la lotta di Gaza con la Cisgiordania e le altre forze della Resistenza, con il loro sostegno al Movimento per il Jihad, siete stati in grado di dimostrare la solidarietà del jihad della nazione palestinese al nemico crudele e ingannatore. Tutti gli sforzi dei gruppi palestinesi in tutte le terre palestinesi dovrebbero essere diretti a proteggere questa solidarietà. Il nemico usurpatore sta diventando più debole, mentre la Resistenza palestinese sta diventando più forte. Non c’è potere o forza se non da Dio. Continuiamo a rimanere al vostro fianco. Possano le benedizioni di Dio scendere su di voi, e i nostri accordi restano in vigore…

           Seyyed Ali Khamenei

           11 agosto 2022

Nella sua lettera, Ziyad al-Nakhalah ha confermato la diffusa presenza di combattenti della Resistenza palestinese, in particolare di quelli facenti parte del Movimento per il Jihad islamico o del ramo militare delle Brigate al-Quds, in tutta la Palestina e soprattutto a Gaza e in Cisgiordania. Egli ha detto: “A causa della presenza delle truppe della Resistenza per il Jihad, non passa giorno senza che si verifichino scontri con il regime sionista in Cisgiordania”.

Nel descrivere la situazione esistente a Gaza, il segretario generale del Movimento per il Jihad islamico ha parlato della forte Resistenza che in questa regione sta combattendo con il regime occupante. Inoltre, in merito ai tre giorni di scontri, ha detto: “Abbiamo chiamato questi scontri Wahdat al-Sahat (Unità dei Campi) per sottolineare l’unità che esiste nella nostra nazione quando ci si confronta con il nemico, che sta lavorando con tutte le sue forze e che trama per cercare di sopprimere questa unità”.

Nel sottolineare il fatto che durante questa guerra tutto il territorio palestinese occupato era nel raggio dei missili del Movimento per il Jihad islamico, Ziyad al-Nakhalah ha affermato: “Questo scontro ha frustrato le stime del regime sionista a tal punto che dopo soli tre giorni è stato costretto a chiedere un cessate il fuoco e accettare i termini fissati dalla Resistenza”.

Il segretario generale per il Jihad islamico ha affermato che il piano del nemico è di creare una divisione nelle forze della Resistenza. Ha inoltre aggiunto: “Hanno annunciato che il loro obiettivo in questa guerra era solo il Jihad islamico. Tuttavia, il Jihad islamico ha suscitato lo stupore e il sostegno di tutte le forze della Resistenza nella regione e nel mondo con la sua lotta potente e coraggiosa. La nazione palestinese e tutte le organizzazioni della Resistenza, Hamas in testa, l’hanno approvata e sostenuta”.

Il segretario generale del Jihad islamico ha affermato che questo risultato della Resistenza è l’inizio di vittorie ancora più grandi della nazione palestinese che verranno in futuro. Egli ha apprezzato il ruolo svolto dal movimento di Hezbollah, che è sotto la guida di Sayyid Hassan Nasrallah, come pure il sostegno e l’approvazione dell’Iran, in tutti i suoi vari aspetti, che è sotto la guida e leadership della Guida della Rivoluzione islamica. Il segretario generale ha affermato: “Senza il vostro continuo sostegno e la forte posizione che avete preso, non sarebbe stato possibile ottenere questa vittoria o le vittorie passate”.


Segui il Fronte della Resistenza al Mondialismo!
Whatsapp: https://chat.whatsapp.com/Kxgfbt8U0klEmkt6NXr4Rg
Telegram: https://t.me/dallapartedeglioppressi
Facebook: https://www.facebook.com/frontedellaresistenza
Instagram: https://www.instagram.com/frontedellaresistenza.ir/
Sito: frontedellaresistenza.ir


Fonte: https://english.khamenei.ir/news/9118/The-nemy-is-becoming-weaker-Resistance-stronger-and-we-continue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.