26 Settembre 2022
Fuoco forze azere su civili armeni.

Gegham Stepanyan, cittadino armeno e attivista per i diritti umani del Nagorno-Karabakh, si è rivolto alla radio armena. Egli ha dichiarato: “Giovedì 2 dicembre, le forze azere hanno aperto il fuoco su dei civili armeni vicino alla linea di contatto nei pressi della città di Karmir Shuka. La sparatoria è iniziata alle 10:30 ora locale ed è durata 15 minuti”.

Karmir Shuka si trova nel sud della regione del Nagorno-Karabakh e vicino alle linee di contatto tra le forze governative azere e quelle armene.

Sempre venerdì 2 dicembre, le guardie di frontiera azere hanno sparato a un civile armeno nella provincia di Martuni a Khojavend Rayon.

Siran Sarkisian, un civile armeno di 65 anni, che vive nella città di Chartar, è stato colpito e ucciso mentre pascolava il bestiame vicino a un posto di frontiera.

Fonti azere sono rimaste mute sulla vicenda, ma fonti ufficiose identificano il morto come un militante armato che aveva intenzione di compiere un sabotaggio.

Il Ministero degli Esteri del governo (de facto) dell’Artsakh ha condannato le azioni. Inoltre ha dichiarato: “L’azione del governo azero contro i cittadini armeni è contraria al diritto internazionale e ai diritti umani”. Ha poi aggiunto: “L’Azerbaigian sta apertamente violando tutti gli accordi bilaterali affinché i cittadini armeni siano costretti a lasciare la loro patria”.

Scambio di prigionieri con mappa dei campi minati

Secondo l’accordo di Sochi, i governi dell’Azerbaigian e dell’Armenia hanno fatto un accordo. Esso consiste nello scambio di prigionieri e di mappe dei campi minati con la mediazione della Federazione russa.

Sabato 4 dicembre, il governo azero ha rilasciato 10 prigionieri di guerra armeni presi in ostaggio negli scontri di confine del 16 novembre e li ha consegnati alla delegazione di mediazione russa. I prigionieri rilasciati sono Narek Yerimian, Araik Araklian, Serjik Amirkhanian, Georg Akopian, Robert Nalbandian, Harut Sarkisian, Artem Manasian, Eric Autisian, Armen Tusian e Tigran Akopian. Essi sono stati trasportati con un ponte aereo dall’Azerbaigian all’Armenia.

Secondo fonti di informazione azere, il governo azero sta ricevendo una mappa di alcuni campi minati presenti nelle aree evacuate del Nagorno-Karabakh.

Il governo azero ha rilasciato un prigioniero armeno ferito per rispettare gli accordi e ha evacuato parte delle sue forze dal monte Mets Ishkhanasar nella provincia di Syunik in Armenia.

https://english.iswnews.com/21661/latest-updates-on-azerbaijan-and-armenia-6-december-2021/

[ fuoco forze azere su civili armeni ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.