4 Febbraio 2023
Operazioni di Ansarullah contro coalizione saudita.

Gruppo d’analisi di ISWNews: il portavoce delle Forze armate yemenite, il generale di brigata Yahya al-Sari, ha descritto i dettagli delle ultime operazioni. Ansarullah ha colpito su larga scala con droni e missili le postazioni della coalizione saudita in Arabia Saudita.

Il testo di questa dichiarazione è il seguente:

“Nel nome di Dio, il Misericordioso, il Compassionevole.

«Così, chiunque supera i limiti contro di voi, anche voi superateli contro di lui»(sura al-Baqarah – 194), Dio Onnipotente ha detto la verità.

In risposta ai crimini commessi dai nemici americano-sauditi contro il popolo del nostro Paese e al persistere dell’assedio e dell’aggressione, le Forze armate yemenite, con l’aiuto di Dio Onnipotente, hanno lanciato l’operazione militare 7 dicembre contro una serie di obiettivi militari nemici a Riyadh, Jeddah, Ta’if, Jizan, Najran e Asir.

I dettagli dei droni e dei missili utilizzati

L’operazione è stata effettuata sparando una serie di missili balistici e 25 droni come segue:

Sei droni Samad-3 e un certo numero di missili Zulfiqar hanno preso di mira le postazioni del Ministero della Difesa (Arabia Saudita), l’aeroporto King Khalid e altri obiettivi militari nella città di Riyadh, la capitale del nemico saudita.

Sei droni Samad-2 e Samad-3 hanno preso di mira la base aerea King Fahd a Ta’if e Aramco a Jeddah.

Cinque droni Samad-1 e Samad-2 hanno preso di mira le postazioni militari nemiche nelle aree di Abha, Jizan e Asir.

Otto droni Qasef 2K e numerosi missili hanno preso di mira postazioni critiche nelle aree di Abha, Jizan e Najran.

Le Forze armate yemenite vogliono che tutti i cittadini e i residenti delle aree prese di mira stiano lontani dalle aree e dai luoghi militari. Essi sono diventati obiettivi legali per le nostre Forze armate. Le Forze armate yemenite risponderanno all’escalation delle tensioni da parte del nemico. Inoltre, a Dio piacendo, effettueranno più operazioni militari in difesa legale del proprio popolo e del proprio Paese.

«E la vittoria non viene che da Dio» (sura Ali ‘Imran – 126), Dio Onnipotente ha detto la verità.

Viva lo Yemen libero, amato e indipendente”.

Va notato che la scorsa notte le postazioni della coalizione saudita a Riyadh, Jeddah, Jizan, Khamis Mushait e in altre città del Paese sono state bersagliate da numerosi missili e droni yemeniti. L’operazione arriva in risposta a più di mille attacchi aerei della coalizione saudita sullo Yemen il mese scorso.

Per approfondire in inglese: https://english.iswnews.com/21680/ansar-allah-attacks-saudi-arabia-with-25-suicide-drones-and-ballistic-missiles/

[ operazioni di Ansarullah contro coalizione saudita ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *